AL MIO SECONDO BIMBO

Scusa per averti messo fretta.

Ti ho messo fretta per venire al mondo, perché avevo un’altra bambina piccola a cui badare e la pancia cominciava ad essere insopportabile.

Ti ho messo fretta negli attimi più intimi e profondi dell’allattamento perché troppo tempo insieme a te avrebbe potuto innervosirla.

Ti ho messo fretta nel ritmo dell’addormentarsi perché avevo bisogno di momenti per stare da sola con lei.

Ti ho messo fretta nell’innaturale sforzo di imparare a stare anche senza di me, a giocare da solo su un tappetone, solo perché tu non sapevi avere la sua insistenza nel cercarmi.

Ti ho messo fretta quando ho lasciato passare i tuoi complimese come giorni uguali agli altri, senza torte personalizzate, senza foto di rito.

Ti ho messo fretta quando ad ogni tua prima volta ho accennato un sorriso, ti ho abbracciato, ti ho dato un bacino ma non ti ho dedicato l’entusiasmo che meritava.

Ti ho messo fretta quando volevo fare con calma come con lei e poi a poco più di 5 mesi ti ho messo davanti un piatto, sapendo benissimo che fosse troppo presto.

Ho approfittato del tuo essere un bambino di quelli che hanno accettato subito questa vita e le sue regole, senza pianti, senza pretese, senza esigenze…ne ho approfittato davvero tanto, troppo.

E adesso che inizi il tuo percorso nel mondo mi sembra che tutto sia passato troppo in fretta…che il momento di non essere più solo tu ed io è arrivato troppo presto, senza che io ti abbia dato quello che ti spettava.

Perché tutti dicono che le attenzioni devono rimanere su chi aveva già un posto, su chi deve essere rassicurato di non aver perso nulla.
Ma a te? A te che silenziosamente hai dovuto trovare uno spazio in un ordine faticosamente perfetto? A te che ti sei dovuto incastrare nelle poche fessure libere di tempo ed emozioni? A te che non hai mai assaporato baciin esclusiva, amore senza confini, sguardi e carezze oltre ogni limite? A te che hai dovuto farti bastare le briciole di energia?

A te GRAZIE. Grazie perché mai, nemmeno per un secondo, mi hai fatto credere che non ti bastasse. Mi hai riempito di quei sorrisi di miele, di quello sguardo di stelle che sono convinta che domani farò un regalo al mondo lasciandoti andare a riempirlo…

#almiosecondobimbo #primogiornonelmondo #asilonido #mammablogger

 

ARTICOLI CORRELATI

Dedica al secondo figlio. Avere due bambini vicini d’età difficoltà. Trascurare il secondo bimbo quando hai due figli vicini d’età. Organizzare le giornate con due bambini vicini d’età. Asilo nido a 7 mesi. Rientro al lavoro dopo la maternità e inserimento all’asilo nido.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − sei =